Buona domenica Loveglancer! Siete pronti al racconto di questa settimana?

Jonathan ci racconta una storia davvero divertente..abbiamo deciso di dividerla in due parti per farvela gustare meglio! ;)

Buona lettura!


“Vi siete mai innamorati al primo sguardo? A me è successo. Mi succede quasi tutti i giorni che prendo la metropolitana.

Ma questa volta è stato un incontro MOLTO diverso, questa volta.

La vedo salire, la guardo negli occhi poi il naso, la bocca il collo.. Insomma il primo scanning è decisamente positivo.

Poi questa meraviglia si siede di fianco a me sulla metropolitana. Il che può essere un’ottima cosa se avessi voglia di broccolare. E non pensate che non lo faccia spesso, diciamo non sono il tipo di ragazzo che aspetta di perdere il momento.

Ma quella mattina, non so, sono stanco, spero solo che si metta in un posto da dove posso guardarla. Mi basta questo. E invece..fregato! Ovviamente, girarmi verso di lei non è per nulla fattibile…

Così me ne sto lì a rimuginare su quello che mi aspetta al lavoro, con le cuffie nelle orecchie quando sento una gomitata nelle costole “Ahia!”.

Mi giro e lei con gli occhi strabuzzati (che bella!) mi chiede scusa. E poi si mette a parlare..ma tipo a raffica..(deve essere matta penso, e intanto tolgo le cuffie).

Sono qui a fare un colloquio, sono di Firenze, mi dispiace sono agitata di solito non faccio queste figure (ok confermo mia prima ipotesi di pazzia però, ahimè, la cosa mi piace..)

Insomma vari cicalecci sul nulla finché non mi stufo di stare ad ascoltare e le dico di dover scendere alla fermata successiva e che è stato un piacere e le auguro in bocca al lupo.

E qui arriva qualcosa che davvero non mi aspetto. Prima di scendere dal metrò, la ragazza (Giulia) mi guarda dubbiosa poi sembra avere una folgorazione: “Senti ma..io stasera rimango a Milano..ti andrebbe una birra insieme?”. Aspetta un secondo? Da quando le ragazze sono così scaltre? Da quando fanno la prima mossa così, con nonchalance?

Be’ inutile dire che sono rimasto spiazzato..così non ho potuto che dire..certo..perchè no! Scambio di numeri e io scendo. E penso.

Non so neanche se scriverle..ci penserò dopo la riunione, ammetto che la ragazza mi piace e parecchio, ma sembra non avere qualche rotella. Meglio prendersi del tempo.”


To be continued..

Volete condividere la vostra storia metropolitana su Loveglance? Scriveteci a loveglance@cityglance.it e diventate voi i protagonisti!