Ehi Loveglancer! Questa settimana una puntata dedicata alle nostre lettrici donne! Vi raccontiamo i consigli di Marie Claire su come flirtare in metropolitana!

Buona lettura!

“Ok è vero, i nostri spostamenti quotidiani possono essere una grandissima fonte di frustrazione, soprattutto se ci lasciamo abbattere dai ritardi dei mezzi, dalle metropolitane affollate etc etc! Lo sappiamo tutte: essere pendolare, a volte, è davvero una tragedia!! Ma chi vi dice che l’uomo dei vostri sogni non vi sta aspettando proprio alla fermata dell’autobus…?

Un giorno, poco tempo fa, seduto di fronte a me in metropolitana c’era un ragazzo abbastanza attraente che stava leggendo un libro di cui avevo sentito molto parlare, Il Cardellino.

Un inizio perfetto, mi sono detta. Basta chiedergli com’è il libro. Ma era troppo lontano..e sembrava così assorbito dalla lettura…e stazione dopo stazione io non riuscivo ad aprir bocca…

Arrivati a Duomo, però, la metro è stata assalita da una calca di persone. Questo mi ha permesso di slittare dall’altro lato del corridoio e mettermi vicino alla mia preda. Lui ovviamente non aveva neanche notato la mia mossa..ma io invece ho ben notato il suo anello al dito!! Sposato!! Ovvero: mio interesse andato. Questo, è il motivo principale per cui poi sono stata in grado di dire “hey, com’è il libro?” senza neanche mi sudassero le mani. Lo so, lo so: non conta. Ma almeno è stato un riscaldamento per i miei incontri futuri!!

Per la cronaca, mi ha raccontato tutto il libro nel resto del viaggio, pedante!

Dopo questa mia esperienza, mi sento di dare qualche consiglio per quelle che, come me, ogni giorni fanno uso dei mezzi.

– Numero 1: bisogna scegliere il proprio posto in modo intelligente. Così è molto più facile stabilire un contatto. Si può anche cambiare posto, la vostra preda non lo noterà mai. A meno che vi stia già guardando…

– Numero 2: se il ragazzo sta leggendo qualcosa, chiedetegli informazioni. Magari evitando un banale “Ti piace il libro?”; perché in questo caso il rischio è quello di avere una risposta a monosillabe. Chiedete qualcosa che presupponga una risposta completa. Per esempio “Mi spiace interromperti, ma sembra proprio che il libro ti piaccia. Posso chiederti di cosa parla?” Se il ragazzo ha un giornale o una rivista, potreste chiedergli se c’è qualche articolo assolutamente da leggere.

– Numero 3: ricordatevi sempre che avete almeno una cosa in comune: state viaggiando sullo stesso percorso. Quindi potreste chiedere informazioni sulla vostra destinazione; ad esempio quante fermate mancano, a che fermata dovete scendere etc etc (il fatto che prendiate quella metro tutti i giorni da 5 anni è irrilevante..)

– Numero 4: (IMPORTANTISSIMO!): Tenete SEMPRE in mente questo pensiero: non vedrò mai più questa persona se non gli parlo ora..cos’ho da perdere?”


Che ne pensate di questi consigli? Avete qualche altro suggerimento per il flirt in viaggio?

Mandateci tutti i vostri pensieri a loveglance@cityglance.it!